Giaculatorie

Da chi sen vanno i miseri

Nell’ultimo sconforto?

Qual dono appende il naufrago

Nochier che torna in porto?

Tue son, Maria, le glorie;

Tuoi son, Maria, gli onori.

Tu la virtù dei deboli,

La gloria dei migliori,

La porta dell’empireo,

La stella del matin.

Voglio essere una fiamma – del tuo Cuore,

Per accendere tutti – nel fuoco del tuo amore.

“Padre:

Il segno benedetto

Che porto sopra il cuore

Sia scudo sul mio petto

Della vita nell’ore

E insieme al Crocifisso, nell’ora estrema

Stringa l’abito e il segno e nulla tema.

M. M.”.

“Morire di amore…

Se è un atto di amore di Dio bastante,

morendo in lui, a darti eterna gloria,

che grado raggiungerai

se ogni momento

rinnovi l’amore nella tua memoria?

Cosí sia. Cosí sia”.

Non passar punto senza affetto amante

nella vita mortale e passeggera

che morendo di amore

Dio ti invita

alla amorosa unione di eterna vita.


 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: