Preghiere

VOTO DI AMORE ALLA MIA MADRE CELESTE

MARIA SANTISSIMA

«O Maria, credo che tu sei la Madre di Gesù e Madre mia, data da Gesù morente prima di spirare sulla Croce. Credo che tu sei la Madre di tutti, anche se non tutti si comportano come figli e questo mi addolora perché rattristano il tuo Cuore materno. Altri ti amano poco, perché non ti conoscono, ma ce ne sono pure molti che ti amano e, tra questi, alcuni che ti amano molto, che stanno sempre con te, impegnandosi ad imitare le tue virtù e perciò sono più amati dal tuo Cuore.

Ecco dunque quello che io voglio, o Maria: che Tu sia mia Madre. Nel caso che non lo fossi, in questo momento io ti scelgo come tale, facendo voto di tenerti sempre per Madre e di amarti come figlia, alla maniera dei figli tuoi più devoti, che sono sempre sotto il Tuo materno sguardo e pronti a compiere i tuoi ordini e desideri. È una figlia, o Maria, che viene a Te pentita, e solo dal tuo Cuore materno attende aiuto nelle sue necessità.

Madre mia, ti amo e ti amerò sempre e amerò sempre Gesù. In ricompensa del mio amore, ti chiedo le grazie necessarie per fare la volontà di Dio e credere sempre nel suo amore fino alla morte.

Confida in Te, Madre dolcissima, la tua povera figlia Maria Maddalena di Gesù Sacramentato, Passionista».

PREGHIERA

per chiedere a Dio la santificazione delle anime:

«O Dio, che per l’infinito amore che avete per le vostre creature e il desiderio di unirle a Voi, fonte di ogni santità e perfezione, ci avete comandato, per bocca del vostro divino Figlio e Redentore nostro Gesù Cristo, di essere santi e perfetti come Voi lo siete! In nome di questo vostro stesso Figlio e per le sue fatiche, la sua vita, passione e morte, per il suo stato di Vittima permanente nel santissimo Sacramento dell’Altare e per amore della più santa delle creature, Maria santissima Madre e Signora nostra, illuminate con la vostra sovrana luce tutti perché conoscano che tutti possiamo farci santi, qualunque sia il nostro stato e la nostra condizione. Accendete nel nostro cuore un vivo e sincero desiderio di santificarci, persuasi che, essendo questa la vostra sovrana volontà, è facile farci santi se veramente lo vogliamo. Piegate le nostre anime, Signore, a considerare la vostra bellezza e grandezza ma soprattutto la vostra bontà e misericordia, il vostro amore speciale per ogni anima, sicuri che con queste ragioni noi non possiamo fare a meno di amarvi. Nell’amore consiste la santità e in questa il compimento della vostra santissima volontà.

Ogni volta che nel Padre nostro ripetiamo le parole «fiat voluntas tua»,19 che in noi ci sia l’intenzione di ottenere mediante questa preghiera che si moltiplichino nel mistico giardino della vostra Chiesa le anime che vi amano. Così sia».

PREGHIERA PER CHIEDERE A DIO LA SANTITA’

O Signore, Dio di bontà e Padre di misericordia, per il desiderio che hai di vedere fiorire nel mistico giardino della Chiesa anime pure, sante, simili al divino modello che ci hai dato, Gesù Salvatore nostro, ti preghiamo di concederci, per amore dello stesso Figlio Tuo, per la sua amara passione e morte e per i dolori della sua Ss.ma Madre, la grazia di raggiungere la perfezione, come esige il nostro stato di vita, e di conseguire la santità vera alla quale ci chiami per essere degni figli tuoi.

Te lo chiediamo per gloria della Santa Chiesa, per amore e gloria di Maria Ss.ma, a confusione e stimolo dei tiepidi e per l’aumento di fervore in quelli che con fedeltà e amore ti servono.

Giaculatorie

O Gesù, fammi santo per i meriti della tua passione e morte.

O Gesù, fammi santo per amore e gloria della tua Madre santissima.

O Gesù, fammi santo per amore di Gesù e gloria della santa Chiesa.

LA MIA PREGHIERA

(Nell’ora di adorazione del Giovedì Santo del 1932 davanti al «Sepolcro»)

Che dirò a Gesù?

Ah! gli dirò che l’amo

E che lo voglio amare;

Che il povero mio amore

A Lui tutto vo’ dare.

È questa la mia supplica,

L’unica mia orazione,

Che faccio al Divin Prigioniero

Per me in questa prigione.

E quando gli abbia detto

Che l’amo, che l’adoro,

Amore gli ripeto,

Amore solo imploro.

Gesù divino Amante,

L’amore tuo m’opprime,

M’insegna come s’ama.

Tu amasti sino al fine,

Al fine dell’amore,

Al fine della vita,

Al fine del potere,

Di una fiamma infinita,

Cos’io ti voglio amare

Divino incarcerato.

Ma dammi del tuo bel fuoco,

Gesù Sacramentato!

Quel fuoco di cui ardevi

Nell’ultima tua cena

Che accendesti nel cuore

Di un’altra Maddalena.

Con quest’amore intrepido

Anch’io saprò soffrire,

Come Te amerò il prossimo,

Saprò per Te morire.

Morire!… Ma, che dico?

Amando mai si muore,

La morte non esiste

Per chi vive d’amore;

Perché l’amore è eterno,

È un mare, un fiume, un rio

Che corre e mai si ferma;

Perché l’amore è… Dio!


19 Cf. Mt 6, 10: «Sia fatta la tua volontà».

Annunci

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: